Stufe a pellet senza canna fumaria

Come funzionano le stufe a pellet senza canna fumaria

La stufa a pellet senza canna fumaria può essere un’ottima soluzione per non rinunciare ad un riscaldamento ecologico, ecosostenibile ed economico, ma al tempo stesso non può installare una canna fumaria nella propria abitazione. Ma le stufe senza canna fumaria, esistono veramente?

Oggi risponderemo dettagliatamente a questa domanda e vi racconteremo quali sono le caratteristiche principali di questa moderna modalità di riscaldamento.

Una risposta rapida, però, ce la fornisce già Amazon: uno dei tanti negozi on-line che include nel proprio catalogo i migliori modelli di questo prodotto.

La risposta dunque è: sì, le stufe a pellet prive di tubi e canne fumarie esistono davvero!

OFFERTA DEL GIORNO

Tuttavia ci sono delle normative alle quali doversi attenere scrupolosamente, in particolare quelle sullo scarico dei fumi prodotti dalle stufe a pellet.

Come funziona la stufa senza canna fumaria?

Questo genere di stufa, esattamente come quella che funziona con la canna fumaria, ha la necessità di portare all’esterno i fumi, che devono per forza essere evacuati, per la salute delle persone che vivono in un appartamento o in un ufficio.

Infatti, in questa stufa, così come in quelle classiche con canna fumaria, c’è un processo di combustione che genera fumi e questi fumi devono essere obbligatoriamente espulsi. Non esistono stufe a pellet senza tubi di scarico.

Stufe a pellet senza canna fumaria
Stufa a pellet senza canna fumaria

Quindi, anche una stufa senza canna fumaria ne utilizza uno, con diametro di circa 8 centimentri, che passa attraverso il muro. Il tiraggio dei fumi di combustione avviene poi tramite una ventola elettrica.

I fumi prodotti da queste stufe posso raggiungere temperature di 200/300 °C e devono essere dispersi in totale sicurezza.

A questo proposito, bisogna fare attenzione che l’installazione di una stufa di questo genere non infranga la normativa UNI 10683 per il rilascio dei fumi, tramite canne fumarie o condotti a parete. È infatti obbligatorio scaricare i fumi a tetto, quindi questo significa che anche nel caso di una stufa a pellet senza canna fumaria, ma con tubo di scarico, è richiesto l’intervento di un tecnico specializzato in fumi, e abilitato all’installazione.

Il funzionamento vero e proprio è identico a quello di una stufa con canna fumaria. Il pellet viene messo in un serbatoio e prelevato automaticamente dalla stufa tramite una coclea che lo lascia poi cadere all’interno della camera di combustione. Una volta che la stufa si sarà accesa si stabilirà sulla temperatura che avrete impostato. La stufa a pellet è un modo ecologico e poco dispendioso per riscaldare il proprio ambiente domestico, che negli ultimi anni sta vedendo una grande diffusione.

L’installazione

La stufa a pellet senza canna fumaria Zibro Fiorina 74
Zibro Fiorina 74

È quindi fondamentale, per completare l’installazione, che la stufa abbia un tubo di scarico a tetto, con misura di 8 centimetri, e dotato di fungo terminale, per portare i fumi all’esterno.

L’importante è quindi che l’installazione venga fatta da un tecnico specializzato. È altamente sconsigliato utilizzare soluzioni fai-da-te, a causa dei pericoli che potreste correre.

La stufa a pellet, anche quella senza canna fumaria, funziona con l’elettricità. Quindi, in mancanza di questa, non si accenderà e non riscalderà l’ambiente.

Inoltre, a causa di black out o improvvise interruzioni dell’energia, la stufa spegnendosi potrebbe emettere fumo anche dallo sportello. Durante l’installazione verrà quindi realizzato anche un piccolo condotto per il tiraggio naturale, come quelli che vengono realizzati nei caminetti.

Al termine dell’intervento di installazione, il tecnico dovrà rilasciarvi la certificazione dell’impianto obbligatoria, e sarà necessaria una manutenzione periodica, come per tutte le caldaie.

A chi è consigliata

La stufa a pellet senza canna fumaria è l’acquisto giusto per tutti coloro non hanno la possibilità di installare una canna fumaria, come ad esempio chi abita in un condominio o non ha la possibilità di eseguire grandi opere edilizie.

Una stufa di questo genere può funzionare anche senza un condotto fumario, grazie ad uno scarico forzato e chiaramente deve sempre rispettare le normative vigenti in merito allo scarico dei fumi.

Per il resto, la vostra stufa a pellet funzionerà esattamente come una dotata di canna fumaria.

Usare questa stufa in un condominio

Se abitate in un condominio, l’unica soluzione di riscaldamento è la stufa a pellet senza canna fumaria, per chiunque desideri un modo più ecologico per riscaldare casa, rispetto al tradizionale riscaldamento a gas.

Prima della normativa UNI era possibile installare questo genere di stufa in qualunque appartamento, perché era sufficiente lo scarico a parete, ma oggi le cose sono cambiate: lo scarico a parete è vietato dalla legge ed è invece obbligatorio installare un tubo esterno che vada “a tetto”.

Per l’installazione di una stufa a pellet in un condominio è necessario richiedere il consenso all’assemblea dei condòmini, in quanto lo scarico di questa tipologia di sistema di riscaldamento necessita di essere installato sul tetto dell’edificio con 40 cm oltre l’ultima gronda.

Speriamo che questo articolo vi sia stato d’aiuto nella vostra scelta.

Dove trovare le migliori stufe senza canna fumaria

Di seguito alcuni modelli che giudichiamo tra i migliori di questa categoria. Tutte le stufe a pellet elencate sono disponibili su Amazon.

BEST SELLER - EDILKAMIN ZARA 8 KW - CERAMICA ROSSA
  • Potenza Utile kW 2,4/8
  • Larghezza cm 54
  • Profondità cm 50
  • Altezza cm 92
  • Peso Complessivo kg 144
Extraflame Stufa a pellet 'luisella' colore bordeaux
  • Colore bordeaux
  • Stufa Pellet 'Luisella'
  • Bordeaux C/Tel.+Cron.-Kw 4,7
Offerta
Ti è stato utile questo articolo? Dai un voto!
[Totale: 67 Media: 3]

14 thoughts to “Come funzionano le stufe a pellet senza canna fumaria”

  1. Buon pomeriggio,la mia sarà sicuramente una domanda poco acuta, ma ho bisogno di chiarimenti.
    Non posso installare in casa una stufa a legna in mancanza di una canna fumaria, ma mi è stato suggerito di optare per una stufa a pellet con scarico dei fumi attraverso un foro sul vetro della finestra o sulla parete esterna.
    Il mio appartamento è posto al primo piano di un condominio con 6 unità abitative,ed ho dubbi che la soluzione che mi è stata proposta sia attuabile.
    Potrei avere delucidazioni in merito?
    Grazie

    1. Buon pomeriggio Francesca, lo scarico dei fumi è senz’altro obbligatorio anche nel caso di una stufa a pellet senza la canna fumaria. Le consiglio di richiedere il sopralluogo di un tecnico specializzato, che possa valutare la soluzione migliore per il Suo caso specifico.

  2. Salve, ma si può installare una stufa a pellet tradizionale o senza canna fumaria, utilizzando la canna fumaria della cucina? in poche parole io ho una sala con angolo cottura e pensavo di installare una stufa a pellet.
    Grazie

  3. Buona sera,voglio delucidazioni su come posso istallare una stufa di queste,io vivo in condominio al primo piano,ho la canna fumaria nella cucina ,dove c’è la cappa sopra i fornelli,è possibile utilizzarla con la stufa?? posso mettere lo scarico in questa canna fumaria?? grazie della collaborazione ..Buon anno.

  4. Non riesco a capire fino a che punto questo articolo è serio: parla di stufe “senza canna fumaria” e dice che tutte le stufe “hanno bisogno di una canna fumaria oltre il colmo del tetto. Non è un controsenso?

  5. Io abito in un appartamento indipendente a piano terra. Ma sopra ho un altro inquilino. Mi vorrei installare una stufa a pellet, come risolvo il problema della canna fumaria? Grazie.

    1. Come spiegato nel post, esistono delle stufe a pellet prive della classica e poco estetica canna fumaria. Tuttavia i fumi devono essere obbligatoriamente portati fuori, per legge, ed un tubo di scarico è pertanto necessario. Ti invito a richiedere la consulenza di un tecnico specializzato, che saprà consigliare la soluzione più adeguato al tuo caso.

  6. Buongiorno, forse dopo aver riletto diverse volte il vostro articolo sono riuscito a confondermi le idee ancora di più.
    Riassumendo il vostro discorso mi sembra di capire che sia “comunque obbligatorio installare una canna fumaria a tetto”.
    Quindi quando mi proponete una stufa a pellet senza canna fumaria, di cosa state parlando?
    Grazie .

    1. I tubi di scarico sono un’altra cosa rispetto alla canna fumaria e sono, in ogni caso, obbligatori. Infatti i fumi emessi dalle stufe a pellet devono essere “scaricati”. Per questo motivo è assolutamente consigliato l’intervento di un tecnico specializzato.

      1. Io vorrei istallare una stufa a pellet, sono in condominio e non posso fare modifiche agli esterni, per via del regolamento condominiale, si può capire di cosa si parla nel momento che dite tubo di scarico a canna? E poi parlate di un intervento di un tecnico specializzato, ma lo mandate voi? A che prezzo? Grazie se mi delucidate

    2. I fumi, che sono una cosa diversa rispetto alla canna fumaria, devono essere obbligatoriamente scaricati. C’è un’apposita legge che regolamenta tale attività.

  7. Salve, cortesemente volevo essere consigliato circa un stufa a pellet senza canna fumaria in un piccolo villino di 45 metri quadri.
    Nel villino ho un camino ad angolo con canna fumaria che va sul tetto, desidererei posizionare la stufa accanto al camino e la vorrei di minimo ingombro possibile e anche ad un prezzo accessibile grazie Sergio

    1. Buonasera,
      su Amazon abbiamo trovato questa stufa a pellet che potrebbe essere interessante per il suo caso di utilizzo: https://amzn.to/2n4U8KV

      Le voglio ricordare però che è sempre consigliata e necessaria la consulenza di un tecnico specializzato, affinché il prodotto che deciderà di acquistare sia effettivamente utile per le sue esigenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *